ADESSO LO DICE ANCHE LA FEDELI: “NEGOZIAMMO LA FLESSIBILITÀ CON I MIGRANTI”

280
Il presidente della Camera Laura Boldrini (D) con la vice presidente Valeria Fedeli nell'Aula della Camera per la prima votazione per eleggere il presidente della Repubblica, Roma, 29 gennaio 2015. ANSA/ETTORE FERRARI

Dopo la conferma di Emma Bonino, arriva anche quella dell’ex ministra dell’Istruzione: il governo Renzi usò i migranti per negoziare con l’Europa sui conti pubblici

Leggiamo su Il Giornale:

“Nel 2014-2016, durante il governo Renzi, si decise che gli sbarchi di migranti avenissero tutti quanti in Italia.

Lo abbiamo chiesto noi, l’accordo l’abbiamo fatto noi, violando di fatto Dublino”. E ancora: “Renzi ha barattato i soccorsi in cambio della flessibilità sui conti”. Così Emma Bonino diceva più di un anno fa – in un’intervista a Il Fatto Quotidiano – confermano lo scellerato accordo dell’allora governo con l’Unione Europea. Accordo che Matteo Renzi ha sempre negato, attaccando nei mesi scorsi Luigi Di Maio e Toninelli che gli rinfacciarono l’intesa.

Già, perché su Facebook l’ex premier scrisse: “Due ministri del governo italiano, Luigi Di Maio e Danilo Toninelli, continuano a mentire anche oggi a proposito di flessibilità europea e immigrazione. Quei due o sono bugiardi o sono ignoranti, nel senso che ignorano i fatti”.

Per l’ex segretario del Partito Democratico la flessibilità sui conti italiani era parte integrande dell’accordo politico per eleggere Jean Claude Junker come presidente del Parlamento Europeo: “Non c’ entra nulla con le politiche migratorie. Nulla. Era un accordo politico di risposta all’ austerità del Fiscal compact”.

In pochi gli credettero e negli ultimi giorni lo ha smentito anche un altro ministro del suo governo, nonché membro del suo partito. Chi? Valeria Fedeli. L’ex ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, in occasione di un suo intervento come ospite a Tagadà, su La7 – come scrive Francesco Borgonovo per La Verità – è tornata sulla spinosa vicenda. E lo ho fatto dicendo le seguenti parole: “Giustamente abbiamo negoziato la flessibilità, ma perché facevamo un’operazione sugli immigrati. Giusto o sbagliato, noi abbiamo negoziato lì, con un elemento di negoziazione della flessibilità. Ed è una delle cose che diciamo attualmente al governo: negoziate alcuni elementi”.

Insomma, il governo Renzi si offrì di accogliere massivamente e indiscriminatamente i migranti in arrivo sulle coste italiche in cambio di flessibilità sui conti pubblici italiani.