CHETI, RIFUGIATO SOMALO SI DENUDA IN STRADA E VIOLENTA ANZIANA

101

Dopo averle fatto battere la testa contro alcuni grossi ciottoli l’ha costretta a subire violenza sessuale

Un somalo di 20 anni senza fissa dimora, che gode dello status di protezione sussidiaria, è stato arrestato dai carabinieri di Ortona (Chieti) per violenza sessuale. L’uomo si è avvicinato ad un’anziana donna che stava stava prendendo il sole in località Ripari di Ortona e dopo averle fatto battere la testa contro alcuni grossi ciottoli l’ha costretta a subire violenza sessuale.

La donna è riuscita a divincolarsi e a fuggire mentre sul posto arrivavano i carabinieri: portata all’ospedale di Lanciano è stata ricoverata per le numerose ecchimosi ed escoriazioni e per trauma cranico. Il somalo è stato anche denunciato a piede libero per atti osceni in luogo pubblico compiuti per le strade di San Vito Chietino, da qui la segnalazione al 112, e per aver fornito false generalità.

La comparazione delle sue impronte ha permesso di accertare la sua vera identità.Circa un anno fa era entrato clandestinamente in Italia durante uno dei numerosi sbarchi in Sicilia.

via Il Populista