ROMA, ROM MANGIANO AL RISTORANTE: NON PAGANO E PESTANO TITOLARE

7

Mangia, picchia e fuggi per due rom di Roma, che dopo aver cenato in un ristorante cinese sono scappate al proprietario e alla polizia

Una cena pantagruelica: primo, secondo e dolci. Tutto (chiaramente) senza pagare. Non solo: dopo aver sollevato coltello e forchetta, due rom della Capitale hanno anche alzato le mani sul titolare che aveva cercato di farle pagare.

Pausa sigaretta per la fuga

Conto amarissimo per il proprietario del ristorante cinese XinYi in via Trionfale 9020 poco distante dalla fermata della stazione Monte Mario che oltre a prendere le botte non riuscirà nemmeno a riprendersi i soldi del pasto consumato dalle nomadi. Le due infatti sono fuggite alla fattura e anche alla polizia.

Due volanti sono arrivate nel locale cinesi dopo la chiamata dei ristoratori. Gli agenti hanno trovato la titolare in preda al panico dopo l’aggressione. La donna sulla cinquantina ha raccontato di aver visto che “erano persone particolari ma ho creduto di sbagliarmi e comunque noi dobbiamo servire tutti“.

E quindi via: piatti a non finire per oltre due ore. Poi pausa sigaretta in tempo per evitare il conto: “Io sono uscita dal locale ed ho visto quei due che si stavano allontanando. Ho provato a bloccarli – si legge su Il Messaggero – ma subito mi hanno minacciato di morte. Uno mi ha strattonata ferendomi ad un braccio e l’ altro ha tirato fuori un coltello. Poi sono saliti su un’auto scura e sono fuggiti“. Nonostante le ricerche della polizia nei campi nomadi della Capitale, le due non sono state ritrovate.

via Il Giornale