SINISTRA IN MARCIA PRO IMMIGRATI. LA CGIL: “CONTRO LA XENOFOBIA ALLARMANTE”

106

Il sindacato rosso: “Il Governo alimenta il clima di xenofobia e avversione nei confronti dei migranti, già a livelli allarmanti”

Leggiamo su Il Populista:

La Flc Cgil partecipa alla marcia per la Pace Perugia-Assisi, “una marcia che quest’anno ha un valore particolare: la guerra e la povertà diventano una colpa nelle scelte del nostro governo, che alimenta il clima di xenofobia e avversione nei confronti dei migranti, già a livelli allarmanti, mettendo a rischio il profilo democratico ed inclusivo del nostro Paese”. Lo sottolinea l’organizzazione sindacale in una nota.

“Anche nella Scuola, il luogo dell’accoglienza per eccellenza, si fanno sempre più spazio modelli divisivi, come ci dimostrano il tetto massimo ai bimbi stranieri imposto nelle scuole di Monfalcone o l’accesso negato alle tariffe agevolate di mense e scuolabus agli scolari stranieri nel Comune di Lodi”, viene sottolineato.

“La Scuola e l’Istruzione pubblica rappresentano l’unico antidoto per affrontare e superare le paure originate dalle difficoltà economiche ed alimentate dall’incomprensione e dall’ostilità nei confronti di chi emigra nel nostro Paese. La Flc è presente anche per questo alla Marcia per la Pace Perugia-Assisi”.

“Per fronteggiare queste nuove paure non serve introdurre divieti o innalzare barriere, ma occorrono interventi per risolvere il disagio economico e sociale del Paese ed investimenti consistenti nel sistema d’istruzione per consentire alle scuole e al personale di operare nelle condizioni migliori per poter assolvere al proprio ruolo che è quello di abbattere i muri dell’ignoranza ed edificare luoghi di integrazione e inclusione. L’istruzione – conclude la Flc-Cgil – resta la prima risposta alla barbarie”.

E poteva mancare la Boldrini?  “La pace non è data per sempre ma va difesa ogni giorno dal clima d’odio e dagli spacciatori di paura”. Lo afferma in una nota Laura Boldrini (Leu) annunciando che “oggi partecipo alla Perugia-Assisi per difendere i valori di una sana democrazia”.