SONDAGGI ELETTORALI LORIEN: LA LEGA SALE AL 27%, BENE ANCHE IL M5S

551

Nonostante i rinvii, nonostante gli attriti, nonostante tutto, un governo M5S-Lega continua ad essere l’opzione preferita da un terzo degli italiani, in crescita del 10% rispetto alle precedenti rilevazioni post voto del 4 marzo. A sostenerlo è un sondaggio condotto tra il 9 e 10 maggio da Lorien Consulting. Dall’indagine si evince inoltre che l’84% dei cittadini ritiene dannoso per il proprio Paese rimanere senza un governo troppo a lungo. Le paure sono molte.

Il 47% degli intervistati è preoccupato che uno stallo prolungato possa avere ripercussioni in un aumento dell’IVA che porterebbe anche ad una mancata crescita economica (47%). Il 28% ha paura invece che il non governo aumenti il rischio di sicurezza mentre il 40% teme una ripresa degli sbarchi di clandestini con il nostro Paese ancora più esposto a rischio attentati. Non solo sicurezza interna ed economia, il 39% ritiene che senza un governo l’Italia possa perdere prestigio internazionale e quindi forza contrattuale in Europa, soprattutto ora che sono da prendere decisioni importanti per il futuro dei cittadini.

Sperare nella nascita di un  governo è quindi ora l’opzione preferita dagli italiani. Meglio però un governo politico che un esecutivo neutrale (piace solo al 14% degli intervistati) proposto dal capo dello Stato Mattarella. Ancora più basso (11%) è il gradimento verso un governo Pd-M5S, ormai tramontato, nonostante il 52% degli elettori Pd era favorevole al dialogo con i pentastellati.

E se Di Maio e Salvini non riuscissero a trovare la quadra? Secondo Lorien, il 70% degli elettori M5S e il 66% di quelli leghisti è concorde nel ritenere il ritorno alle urne l’unica strada percorribile.

Sondaggi elettorali Lorien: le intenzioni di voto

E se si andasse a votare subito cosa accadrebbe? Si ripresenterebbe lo stesso scenario di due mesi fa, con ancora nessuna forza in grado di ottenere la maggioranza dei voti per governare. Un ritorno alle urne sarebbe gradito però alla Lega. Lorien valuta il Carroccio al 27% (+ 10 rispetto al 4 marzo). L’ottimo stato di salute dei leghisti traina tutto il centrodestra (+6%) che però vede il calo di Forza Italia (all’11,2% ma come fa notare Lorien, il campione è stato testato prima della notizia della riabilitazione politica di Berlusconi).

Il M5S viene dato in crescita al 34,5% (+1,8 rispetto al 4 marzo), in controtendenza con gli altri istituti che danno i Cinque Stelle in crisi. Male invece il Pd che scende ai minimi storici (17%).

Sondaggi elettorali Lorien: nota metodologica

Lorien Consulting srl unipersonale – WPP Group. Rilevazione 9-10 maggio 2018. Metodo di elaborazione spss – elaborazione quantum – intervallo di confidenza 95%. 500 cittadini rappresentativi della popolazione italiana.
Criteri di campionamento: rappresentanza garantita per sesso, età, area e dimensione centro. Metodologia mixed mode: 400 interviste cati e 100 interviste cawi. Direttore di ricerca: Matteo Pietripaoli.

via TermometroPolitco