TOSCANI TUONA ANCORA: “GOVERNO LEGA-5STELLE PEGGIO DEL VERO FASCISMO”

173

Un nuovo durissimo attacco del celebre fotografo contro l’esecutivo guidato da Conte

Oliviero Toscani, anche oggi, attacca senza fronzoli il governo Lega-Movimento 5 Stelle.

Ma in cima ai suoi pensieri c’è specialmente Matteo Salvini, di nuovo vittima preferita della sua ultima invettiva.

Intervistato da Tg Zero di Radio Capital, Toscani ha detto: “Per farsi capire da Salvini e da tutti quelli che sostengono Salvini bisogna parlare la lingua di Salvini. Io mica parlerei in questo modo davanti a una persona civile”. E ha aggiunto: “Anche il fascismo funzionava, e anche il nazismo. Attenzione. Non si riproporranno con svastiche, pantaloni da cavallo, stivali neri e camicia nera. Ora si propongono sotto un’altra visione, più cattiva e più becera di prima”.

Alla domanda del giornalista “Quindi anche lei crede che non c’è bisogno di distintivi per essere fascisti?”, l’artista risponde secco: “Ma certo, i veri fascisti in confronto a questi qui erano dilettanti”.

Toscani contro Salvini

Insomma, l’ennesima sparata. Già, perché appena due giorni fa il fotografo aveva “simpaticamente” avvisato il leader del Carroccio di stare attento perché se avesse continuato sulla sua linea anti-migranti, qualcuno – prima o poi – “gli avrebbe tagliato gli attributi”. Anche se utilizzò un altro termine. A marzo, invece, diede dell’uomo di Neanderthal sempre a Salvini.

“Sono sicuro che questa battaglia si vincerà, deve finire questo razzismo. La civiltà è iniziata sempre con lo scambio culturale, nel rapporto umano tra le persone. Ci hanno messo in testa che tutti dobbiamo vivere per il denaro e per il potere” continua il 76enne.

E infine, poteva mancare una battuta anche su Silvio Berlusconi? Certo che no. E allora al cronista che gli chiede “che immagine ha del premier Giuseppe Conte?”, lui risponde: “Assomiglia a Berlusconi da giovane”.

via Il Giornale